08

PROJECT

Circondata da una fitta siepe, si scopre sul monte Conero , a pochi passi da Sirolo, un’abitazione dal sapore caldo e accogliente. In origine era una costruzione rurale con annesso rimessaggio agricolo, frequentato dalla padrona in tenera età. L’idea progettuale è stata quella di mantenere inalterate le caratteristiche del vecchio podere e farne risaltare la struttura nei suoi aspetti più armoniosi e caratteristici. “L’obiettivo”, afferma l’architetto Anna Iuliano, autrice della realizzazione, “è stato quello di creare una casa, dal “profumo di casa”, che fa stare bene le persone che la abitano e gli amici che la visitano. Il carattere predominante dell’abitazione è l’assoluta naturalezza degli ambienti e lo spirito vissuto di arredi e complementi, quanto di più lontano ci si possa aspettare dall’idea di “casa-oggetto”.

In questo è stato fondamentale il contributo fornito dall’azienda marchigiana Cantori, a cui si deve l’arredamento di questa abitazione (www.cantori.it). Il progetto nasce dal desiderio di creare una forte connessione tra l’esterno e l’interno, di entrare in simbiosi con la natura e con il paesaggio circostante. Il porticato è il primo ampio spazio che si incontra salendo la collina, ed è qui che, stando comodamente seduti, si può consumare una colazione genuina o rilassarsi sotto la frescura del pergolato, mentre una piacevole e sottile brezza dona la sua freschezza. Arredato come appendice naturale degli interni, nel porticato i colori chiari delle finiture stemperano il verde presente della natura, originando proprio come una cromoterapia una funzione rilassante e contemplativa. La scelta dei divani è caduta su prodotti caratterizzati da una particolare silhouette leggera in ferro, ammorbidita dal colore bianco e dalle forme morbide, e dalla seduta molto confortevole costituita dal doppio cuscino in piuma, il tutto rivestito di lino naturale. della stessa famiglia sono i coffee table e le poltrone, caratterizzati tutti dal tondino di ferro che, con la sua naturalezza, disegna gli arredi che vivono questo spazio. stessa linea e stesso motivo per il tavolo e le sedie che regalano equilibrio e freschezza, un connubio ottimale per la conversazione e il relax. Il grande tavolo, con un piano in essenza naturale, è ideale per trattenere gli ospiti e farli sentire subito a casa, creando subito un senso vero dell’ospitalità. Anche di sera, quando ormai il sole è tramontato, l’atmosfera è davvero suggestiva…le applique alle pareti e le lanterne bianche illuminano il tutto con bagliori delicati. gli interni non hanno avuto bisogno di grandi restauri, perché l’essenzialità dell’architettura ha permesso di valorizzare materiali semplici che hanno saputo donare incredibile luminosità e naturalezza alla casa. Lasciando alle spalle il porticato, si entra in casa, dove le pareti in calce bianca e le travi a soffitto sbiancate, introducono subito nello spirito vivo della casa. si apre impavido un ampio spazio, reso ancora più grande dai colori chiari e dal rivestimento murale in legno, che contiene in maniera funzionale la zona pranzo e il living. tutto è a portata di mano, nonostante ogni funzione abbia chiaro il suo spazio. In questo caso è stato importante bilanciare ogni scelta cromatica per creare armonia ed equilibrio. di chiara origine coloniale, il divano è stato interpretato in maniera nuova ed originale. per le sedute in cotone stone wash e per la sua finitura decorata a mano, è stata scelta una tonalità argilla, che ha saputo interpretare in modo nuovo ed energizzante la zona living. I mobili e le decorazioni sono tuttavia un omaggio alla filosofia di vita personale che ricerca semplicità, calore e naturalezza. La tavolozza è ridotta ai toni dei bianchi, dei grigi e del lino. I legni degli arredi sono appositamente resi grezzi, creati e dipinti in modo rudimentale; i tessuti sono naturali, lino e cotone creano uno scenario quotidiano, accogliente e funzionale. nulla
è lasciato al caso: oggettistica, arredi e complementi, rinfrescati dal candore del bianco, entrano in scena con leggerezza e dinamismo. Ma non basta, decorazioni fatte a mano sui vari complementi richiamano le patine di un tempo antico, sottolineando con delicatezza le forme morbide dei comodini e degli armadi.

Progetto pubblicato: Ville & Casali 2013